Milza e stomaco (funzione digestiva, di fermentazione e ingestione)

Manuali di Shiatsu

Negli anni '70 Shizuto Masunaga teneva corsi di Shiatsu per corrispondenza in cui scriveva le dispense.
Nel 2015 la casa editrice Shiatsu Milano Editori li ha pubblicati in italiano in "Manuali di Shiatsu - 1° mese" di Shizuto Masunaga - Shiatsu Milano Editori.
Nei nostri articoli analizzeremo i vari percorsi spiegando ogni aspetto nel dettaglio dal punto di vista di Masunaga.

Abbiamo già spiegato nel precedente articolo cos'è il meridiano, se non l'hai letto clicca qui.
Suddividiamo le funzioni del nostro corpo in sei tipologie, ognuna comprende un organo (yin) e un viscere (yang),
oggi analizzeremo il percorso Milza e stomaco.

Milza e stomaco (funzione digestiva, di fermentazione e ingestione)

Percorso di Milza: inizia dalla parte interna (mediale) dell'alluce, sale per il lato interno della gamba, entra nella zona addominale e attraversa gli organi digestivi per uscire all'esterno del petto, giungendo poi all'estremità del dito indice.
Funzione: comprende l'apparato digestivo (salivazione, stomaco, vescica biliare e intestino tenue), avendo come centro la milza, oltre alle ghiandole riproduttive/sessuali (seno e ovaie).
E' strettamente collegata al cervello e influenza l'attività di comprensione e digestione.
Pertanto se si preoccupa troppo per qualcosa senza, nel frattempo, fare sport, la produzione di succo digestivo può venire meno e quindi anche l'azione digestiva in sé.
Sintomi: se ci si preoccupa troppo di diverse cose e si continua ad avere fame senza mai sentirsi sazi, si mangia frettolosamente e molto frequentemente non ci si muove dopo i pasti, si ha voglia di cose dolci o liquide, inoltre si ha sempre sonno e voglia di sdraiarsi. La produzione del succo digestivo è scarsa, la bocca è secca, si ha mal di schiena e più frequentemente dolore alle ginocchia, si ha la sensazione di avere acqua nelle articolazioni del ginocchio e le articolazioni delle spalle tendono a curvarsi e bloccarsi.

Percorso di stomaco: partendo da stomaco1 (valle delle lacrime), sotto l'occhio, passa vicino agli angoli esterni della bocca e sul nervo vago, nella parte anteriore del collo, scendendo al centro della clavicola.
Da qui partono due rami: il primo scende sulla ghiandola mammaria verso l'addome, attraverso l'apparato digestivo e le ovaie, arriva alla parte anteriore laterale del ginocchio, passando per stomaco 36, e termina nel piede, al secondo dito.
Il secondo ramo sale verso la spalla. proseguendo lungo la parte posteriore ed esterna degli arti superiori fino all'anulare verso il mignolo.

Funzione: per stomaco si intende tutto l'apparato digestivo fra la zona fra la cavità orale e lo stomaco/duodeno, incluso il digiuno. E' inoltre legato all'attività di supporto a questi organi quali il movimento del corpo e la regolazione della temperatura corporea, nonchè attività delle ghiandole riproduttive. Gestisce anche la percezione della fame, la secrezione lattea e la funzione ovarica.
Sintomi: sentire sempre un disagio allo stomaco oppure farsi spesso abbattere per cose di poco conto.
La fame e l'umore soffrono di alti e bassi, e spesso collo e spalle sono irrigiditi. Si sbadiglia frequentemente le gambe e le anche sembrano pesanti, si sente freddo dalle ginocchia in giù e si avverte affaticamento.
Si soffre inoltre di iperacidità, frequenti eruttazioni ed altri problemi, come naso chiuso o irritato, derivanti da una quantità eccessiva di cibo. L'area interna della bocca o delle labbra si rovina, si è sempre raffreddati o con problemi digestivi e nausea; inoltre ci si può sentire soffocare a causa della rigidità della schiena.

Shiatsu araba fenice
I 12 Meridiani di Shizuto Masunaga

VUOI ISCRIVERTI AL PROSSIMO CORSO

Ti piacerebbe intraprendere il percorso dello Shiatsu!
Scrivici per ricevere maggiori informazioni!
Contattaci!

Commenti chiusi